Chiesa di San Giorgio

 

Il primo cenno storico sulla prima chiesa sorta in questo territorio si trova in un atto di vendita del 3 Febbraio 1054 di un certo Alberto da Viarolo, nel quale è detto che dentro allo stesso castello venduto vi era una chiesa intitolata al martire San Giorgio "Cappella ipsa infra ipso Castro Viarolo in honorem S. Georgici consacrata".

1354 a

Queste due chiese erano poste nella giurisdizione della Pieve di San Pancrazio; dipendevano già nel 1230 dal Monastero di San Michele di Chiusa in Piemonte. Da questa dipendenza venne il titolo di Priorato alla Parrocchia di Viarolo. Dopo il 1564 la Chiesa si affranca dal Abate del Monastero di Chiusa e diventa parrocchiale dipendendo ora dal Vescovo.

la Chiesa

La Chiesa primitiva di San Giorgio venne riedificata all'inizio del 1700 ed acquistò maggiore ampiezza.

All'interno dipinti di pregio specie lo splendido "San Giorgio che uccide il drago" rara opera di Francesco Monti detto il Brescianino del XVII secolo.

Per opera del Parroco don Caminati importanti lavori di riparazione, di restauro e di abbellimenti decorativi furono apportati alla Chiesa attorno agli anni '60.


fonte: Enzo Giuffredi, Cronache di Trecasali e del suo territorio