chiesa Santi Quirico e Giuditta

 La prima notizia dell'esistenza di una chiesa in San Quirico si rileva da un documento che porta la data del 11 giugno 1005. Secondo una pergamena dell'anno 1299 questa "Plebana" estendeva la sua giurisdizione anche nelle chiese di Palasone, Trecasali e Sissa.

La prima chiesa, che aveva la facciata rivolta verso il Taro, pare sia stata rovinata dalle acque del fiume, allora privo di argini, per cui le furono apportate modifiche, restauri ed ampliamenti che ne cambiarono completamente la forma.

Con la costruzione delle nuova strada, quella attuale, la facciata della Chiesa venne eretta nell'abside. Nel muro ovest è ancora possibile riconoscere quella primitiva rivolta al Taro.

La chiesa di San Quirico venne benedetta il 12 Giugno 1686.

Nei pressi, ad una cinquantina di metri verso nord, i conti Rossi, feudatari di San Secondo ma anche di questa zona, avevano fatto erigere una "torre di avvistamento". Questa era probabilmente incorporata nell'attuale stabile che sorge vicino alla chiesa, ora adibito a osteria.


fonte: Enzo Giuffredi, Cronache di Trecasali e del suo territorio